Archivi per la categoria ‘Dolci’

I Cantucci (Ricetta di Laura Pacciani)

Oggi vi propongo una nuova ricetta dei cantucci, i biscotti tipici toscani e più precisamente di Prato.
Questa volta la ricetta è di Laura Pacciani del blog Nella cucina di Laura

Veniamo alla ricetta, ecco gli ingredienti
500gr farina 0
350gr zucchero
4 uova medie
150gr burro a temperatura ambiente
250gr mandorle

Inziamo passando per 10 minuti le madorle al forno a 180° senza togliere la pellicina. Fatto questo togliamo dal forno e lasciamo raffreddare.
Nella ciotola dell’impastatrice versiamo la farina setacciata, aggiungiamo lo zucchero, avviamo l’impastatrice e aggiungiamo poco alla volta il burro a temperatura ambiente (deve essere morbido e non sciolto) e le uova, l’impasto dovrà prendere consistenza ma risulterà comunque un poco appiccicoso.
Aggiungiamo ora le mandorle e proseguiamo ad impastare per far distribuire le stesse in tutto l’impasto, volendo possiamo aggiungere della scorza di arancia grattugiata che donerà davvero un bel profumo ai cantucci.

Ora, con le mani bagnate, formiamo dei filoncini di 4-5 cm di larghezza che andremo a disporre sulla teglia da forno rivestita di carta forno facendo in modo che i filoncini non vengano a contatto. Possiamo utilizzare la stessa carta forno arricciandola tra un filoncino e l’altro, in questo modo però foglio dovrà essere tagliato solo dopo aver disposto tutti i filoncini.

Fatta questa operazione possiamo infornare a 180° per 15 minuti, ossia  fin quando non inizano a prendere colore. A questo punto li togliamo dal forno e li facciamo riposare qualche minuto dopo di che su un tagliere andremo a tagliare i filoncini. I tagli dovranno essere in diagonale ed il movimento dovrà essere deciso perchè i filoncini saranno ancora morbidi e rischiamo di sbriciolarli.

Fatti i cantucci disponiamoli nuovamente sulla teglia adagiandoli su un fianco e inforniamo nuovamente per 8-10 minuti. Trascorso questo tempo rigiriamo tutti i cantucci sull’altro lato e cuociamo ancora 8-10 minuti. Teniamo sotto controllo il colore dei cantucci, sarà proprio il colore a farci capire quando sono pronti.

Una volta pronti e freddi saremo pronti, noim per strafogarci con i cantucci ed un buon Vin Santo :-)

Cantucci Toscani

Cantucci Toscani

Qualche giorno addietro, gironzolando tra blog che suguo, ho trovato la ricetta dei cantucci toscani. Sembrava una ricetta facile facile e così l’ho fatta una prima volta. Molto buoni questi  cantucci, sono spariti alla velocità, però mi sembrava mancasse qualcosa di caratterizzante, qualcosa che li rendesse più gustosi. Detto fatto e rispetto alla ricetta del blog di ELENA ho aggiunto scorzette di mandarino e vaniglia. Non contento su un terzo circa ho aggiunto gocce di cioccolato fondente.
Questi biscotti si possono conservare a lungo in una scatola a chiusura ermetica.
Bando alle ciance ed ecco la ricetta

Ingredienti (per circa 40 cantucci):
350gr di farina 00
120gr mandorle sgusciate
160gr zucchero
2 uova medie
1 pizzico di sale
5gr di lievito in polvere
bacca di vaniglia
1 mandarino biologico

Prima di tutto scaldiamo il forno a 180° e una volta pronto facciamo tostare le mandorle per 10 minuti, una volta fatto questo tiratele fuori e lasciatele raffreddare bene.
Mentre si raffreddano pesiamo 300grammi farina che andiamo a mescolare al lievito assieme al pizzico di sale.
Proseguiamo sbattendo le uova e lo zucchero fino ad avere un bel composto liscio ed omogeneo, aggiungiamo adesso la polpa di mezzo baccello di vaniglia e la scorza grattugiata di mezzo mandarino che avremo lavato e asciugato per bene.
Poca alla volta adesso aggiungiamo la farina, cambiando le fruste e mettendo i ganci perchè l’impasto si indurirà.  Aggiunta tutta la farina trasferiamo l’impasto su una tavola di legno infarinata e impastiamo con le mani. Ho calcolato che per finire di impastare senza far attaccare l’impasto alla tavola ho usato poco meno di 50gr di farina aggiunta poca alla volta.

Terminato di impastare formiamo 3 palline che poi andremo a schiacciare fino a farli diventare dischi. In ognuno dei 3 dischi andrà   posizionato circa 1/3 delle mandorle tostate e freddate.  Chiudiamo di nuovo i dischi e impastiamo ancora un paio di minuti per distribuire le mandorle in maniera ottimale.

Con ogni pallina di impasto andiamo a creare dei filoncini appiattiti alti circa 2cm non importa che siano di forma regolare.
Ora mettiamo i filoncini sulla placca da forno e infornate a 180° per 20 miuti. Trascorso questo tempo tiriamo fuori la placca e tagliamo i cantucci effettuando dei tagli diagonali di circa 2cm. Dopo aver tagliato tutti e tre i filoncini disponiamo di nuovo i cantucci sulla teglia disponendoli però su un fianco. Rimettiamo in forno sempre a 180° e lasciamo 5-6 minuti dopo di che li giriamo tutti e li rimettiamo in forno per altri 5-6 minuti.
In questo modo li faremo colorire su tutti e due i lati.

Ora non ci resta che lasciarli freddare e poi mangiarli tutti, se c’è il vin santo poi… E’ uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo :-)

Cantucci Toscani

Cantucci Toscani

Muffin con mele, uvetta, pinoli e cannella

Questi muffin sono perfetti per ogni occasione, vi assicuro che spariranno alla velocità della luce,  sono di una morbidezza esagerata ed un sapore unico. La loro preparazione è veramente veloce, vi consiglio di provarli anche per una veloce merenda con i più piccoli.

Ingredienti (per 12 muffin)

350gr yogurt bianco cremoso
50gr uvetta
80gr zucchero
250gr farina 00
1 bicchierino di rhum
2 mele golden
1 uovo
1 cucchiaio di olio di semi
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaio di pinoli
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
vanillina

Iniziate mettendo l’uvetta in ammollo in acqua tiepida per almeno un’ora. Mettete a scolare l’uvetta e nel frattempo sbucciate le mele e tagliatele a tocchetti non troppo grossi. In una padella ora mettete le mele appena preparate, l’uvetta, la cannella, i pinoli e accendete il fuoco. Dopo un paio di minuti aggiungete il rhum, fate sfumare e continuate a cuocere per circa 6-7 minuti. In due terrine separate mescolate da una parte gli ingredienti secchi quindi farina, zucchero,lievito, sale  e dall’altra invece lo yogurt bianco, l’uovo, l’olio. Unite ora i due composti e amalgamate bene, infine aggiungete le mele. Il composto dovrà risultare abbastanza liquido.
A seconda del tipo di stampo che avete potete ungere o meno con poco olio, riempite gli stampini fino a 3/4 e infornate a 180° per 20-25 minuti. Come sempre fate la prova dello stecchino per capire se sono cotti.

GNAM GNAM

La pizza di Pasqua all’anice di nonna

Prima di Pasqua tutti i blog hanno sicuramente pubblicato qualche ricetta per colazioni e pranzi, io per motivi di tempo e di organizzazione pubblico solo adesso quello che per me è un classico da sempre. Ebbene sì, per quanto io torni indietro con i ricordi la mia colazione di Pasqua si fa con la pizza all’anice di nonna. Dopo tanti anni a scrocco ho deciso di provare a farla anche io. I risultati sono migliorabili ma cercare di eguagliare al primo colpo una tecnica messa a punto in qualche decina d’anni mi pare un po’ troppo.
Il procedimento non era segnato sulla ricetta quindi sono andato un po’ a intuito.

Dopo tante chiacchiere arrivo alla ricetta. Con le dosi indicate riesco a fare 3 pizze da circa 700gr.
Ingredienti:
1.3kg Farina manitoba
125gr lievito di birra
7 uova
400gr zucchero
15gr circa di anice in semi
1/2 bicchiere di marsala
1 cucchiaino di cannella
1 bustina di vanillina
1 bicchiere di olio
1 bicchiere di latte
1 bicchierino di alchermes
1 pizzico di sale

Come prima cosa pulire i semi di anice dal picciolo sfregandoli fra le mani. Mettere i semi di anice a bagno nel marsala per almeno due-tre ore.
Sciogliere il lievito nel latte tiepido, nella ciotola dell’impastatrice mettere la farina, lo zucchero, la cannella e la vanillina, avviare al minimo e aggiungere a filo il latte tiepido con il lievito. Aggiungere ora 3 delle 7 uova e lavorare il composto aspettando che le uova vengano assorbite e poi aggiungere alternando un uovo e un po’ dell’olio fino a terminare i due ingredienti. Aggiungere ora il marsala con i semi d’anice e l’alchermes.
Lavorare ancora qualche minuto. Ungete tre pentole dall’uminio di 22cm di diametro, dividete l’impasto in tre parti e formate tre palle che metterete nelle pentole. Copritele con della pellicola e lasciate lievitare al tiepido (circa 30°) fino a che avranno raggiunto il bordo della pentola.
Terminata la lievitazione scaldare il forno a 180°, spennellare del tuorlo d’uovo sulla superficie delle pizze e infornare per un’ora circa. E’ consigliato inserire un pentolino colmo d’acqua sul fondo del forno per creare un po’ di vapore e consentire ancora alle pizze di crescere.

Come vi dicevo anche se la Pasqua è passata potete sempre provare.

 


20120410-121036.jpg

 

Cheescake alle mele

Cheescake alle mele

L’idea di questa torta mi è venuta mentre trascorrevo le vacanze in Val di Non, patria indiscussa delle mele. Più che cheescake dovrei chiamarla Clescake perchè Cles è il capoluogo della Val di Non appunto, ma pochi capirebbero ;-)

Ingredienti

Per la base
200gr di biscotti digestive
50gr di amaretti
150gr di burro
2 cucchiai di zucchero di canna

Per la crema
450gr di formaggio tipo Philadelphia
200gr di mele golden già pulite
30gr di burro
1 cucchiaio di zucchero di canna
liquore alla mela (opzionale)
2 uova
1 bustina di vanillina
100gr di zucchero semolato
100ml di panna fresca
succo di 1/2 limone
30gr di amido di mais

Per la finitura
200gr di mele golden pulite
20gr di burro
1 cucchiaio di zucchero
sciroppo fatto con 250gr di acqua e 100gr di zucchero
1 cucchiaio di amido di mais
1 bicchiere d acqua fredda
3 fogli di colla di pesce
30gr di grappa giovane

Partiamo con la base: tritate finemente nel mixer i biscotti digestive, gli amaretti e lo zucchero di canna. Sciogliete il burro, versate i biscotti tritati in una ciotola e aggiungete poco alla volta il burro fuso avendo l’accortezza di amalgamare bene il tutto.
Imburrate ora una tortiera apribile di 22cm e rivestitela con carta forno. Per questa operazione è molto conveniente tagliare un disco della stessa dimensione della base e poi una striscia alta quanto il bordo.
Trasferite ora il composto di biscotti nella tortiera, sul fondo ma anche sui lati a formare anche un bordino e con l’aiuto di un cucchiaio distribuitelo uniformemente, livellatelo e schiacciatelo leggermente per renderlo compatto.
Ponete in frigo per almeno un’ora.

Per il ripieno la prima cosa da fare è pensare alle mele: Tagliate le mele a fettine sottili o dadini, nel frattempo in un tegame fate sciogliere il burro e aggiungere poi le mele e alzate la fiamma al massimo. Quando la frutta sarà morbida e inizierà a dorare aggiungete lo zucchero di canna.  Io ho aggiunto anche un bicchierino di liquore alla mela comprato a Innsbruck (molto aromatico) e ho continuato la cottura per qualche minuto per far ridurre leggermente il liquido.
A questo punto dovete frullare o passare le mele per ridurle in purea.
Riscaldate il forno a 180°.
Ora in una ciotola capiente unite le uova, lo zucchero e la bustina di vanillina. Sbattete bene con le fruste fino ad avere un composto omogeneo. Aggiungete adesso il formaggio tipo philadelphia e la purea di mele, amalgamando bene fin quando  diventerà cremoso.
Incorporate, sempre continuando a mescolare bene, il succo di limone, la maizena e un pizzico di sale. Solamene alla fine unite la panna fresca NON montata e mescolate ancora.

Prendete dal frigo la tortiera con la base di biscotti, versatevi il composto appena preparato e livellatelo.
Infornate a 180° per circa 30 minuti e poi ancora per 40minuti a 160°. Trascorso questo tempo spegnete il forno e lasciate riposare la torta con lo sportello aperto per una mezz’ora.

Fate sciogliere i 3 fogli di colla di pesce in acqua fredda.

Mentre la torta riposa dopo la cottura perpariamo la copertura in questo modo: scaldate il burro nel tegame, quando è sciolto unite le mele tagliate a tocchetti piccoli e fate cuocere per 5-6 minuti. Aggiungete la grappa (io ho usato una grappa monovitigno di Gewurztraminer) e flambate FACENDO ATTENZIONE!!!
Preparate ora lo sciroppo facendo sciogliere 100gr di zucchero in 250gr di acqua. Aggiungete lo sciroppo alle mele e fate cuocere per altri 5 minuti, volendo potete aggiungere poca cannella in polvere per aggiungere profumo. Nel frattempo sciogliete l’amido di mais in una ciotola aggiungendo l’acqua fredda, trascorsi i 5 minuti di cottura delle mele aggiungete l’amido sciolto e mescolate molto bene. Scolate e strizzate molto bene i fogli di colla di pesce, aggiungeteli al composto di mele e fate sciogliere bene.
Lasciate raffreddare per 10 minuti circa il composto e poi versatelo sulla torta. Ponete la torta in frigo per almeno 4-5 ore prima di consumarla.

Buona Cheescake

Cheescake alle mele

Io ho utilizzato una tortiera più larga e quindi è venuta troppo bassa. Usando lo stampo da 22 risulterà una cheescake decisamente più alta

I miei pancake al cacao

Ingredienti (per 8 pancake)

140gr farina 00
40gr cacao amaro
60gr di zucchero semolato
1 uovo
250ml di latte
12gr di lievito per dolci (circa 2 cucchiaini)
30gr di burro

In una ciotola setacciate assieme la farina, il cacao e il lievito. Aggiungete lo zucchero.
A parte sbattete bene l’uovo con lo sbattitore elettrico. A questo punto, sempre con lo sbattitore, unite il latte, poco alla volta, e il burro fuso al composto di farina e cacao. Fate attezione a non rendere il composto troppo liquido, in caso mettete meno latte. Aggiungete infine l’uovo e mescolate bene il tutto. Dovete ottenere un composto privo di grumi e non troppo denso.

Imburrate leggeremente un padellino e fatelo scaldare, con l’aiuto di un mestolo piccolo, versate una mestolata di composto nel padellino e ruotate leggermente per farlo ben distribuire. Fate cuocere fin quando sulla parte superiore si formeranno delle bolle. Ora girate e fate cuocere anche dall’altro lato.
Tenete in caldo fino al momento di serivre.

Potete accompagnare i pancacke con della panna semimontata, con dello sciroppo d’acero o anche con del cioccolato fondente sciolto a bagnomaria


BUONA COLAZIONE

Torta Antonella

Ovvero il delirio domenicale di chi decide di fare una torta di compleanno per la ragazza che ama :-)
Ingredienti per il pan di spagna:
130gr di farina 00
50gr di fecola di patate
30gr di cacao in polvere
15gr di miele
200gr di zucchero
3 uova intere medie
8 tuorli di uova medie
(a voler essere precisi le uova andrebbero indicate per il peso e non per quantità ma ho dimenticato di pesarle)

Ingredienti per la bagna
:
300ml di acqua
80gr di zucchero di canna
80gr di zucchero bianco
30gr di Cointreau

Ingredienti per la crema all’arancia:
250ml di succo di arancia filtrato
180gr di zucchero
60gr di burro
60 gr di maizena

Ingredienti per la copertura:
200gr di cioccolato bianco
circa 10 fette sottili di arancia
le scorzette di un paio di arance tagliate a julienne finissima

Come prima cosa prendete un paio di arance e tagliatele a fette spesse mezzo centimetro, foderate una teglia da forno con della cartaforno e disponeteci sopra le fette. Cospargete le fette con zucchero di canna e infornate a 70° per almeno due ore. Dovete disidratare le arance senza farle indurire.

Procedimento per il pan di spagna:
Vi consiglio di utilizzare un’impastatrice perchè il pan di spagna va lavorato a lungo per avere un risultato di tutto rispetto. Mettete nella ciotola lo zucchero, le uova intere e il miele e lavorate alla massima velocità per 15-20 minuti cioè fino a quando avrete un prodotto omogeneo e gonfio. A questo punto aggiungete uno alla volta i tuorli e lavorate ancora per 15 minuti circa. Trascorso questo tempo togliete la ciotola dal robot o impastatrice e aggiungete la farina, la fecola e il cacao SETACCIATI. Incorporate dal basso verso l’alto per non far smontare il composto. Imburrate una teglia di 24-26cm, versate il composto e fate cuocere in forno a 180° per circa 45minuti.
Piccoli suggerimenti: ho notato che usando gli stampi in silicone la cottura in genere si completa prima di circa 5-10 minuti. Fate quindi attenzione e dopo 35 minuti effettuate la prova dello stuzzicadenti per controllare la cottura. Non aprite il forno prima di una mezz’ora altrimenti si sgonfierà tutto. Una volta cotto lasciatelo altri 10 minuti a forno spento. Per tagliarlo bene, una volta freddo lo avvolgo nella pellicola e lo lascio tutta la notte nel frigorifero.

Procedimento per la bagna:
Sciogliete gli zuccheri in 300ml di acqua e portate a temperatura di 70-80°, aggiungete quindi il Cointreau e spegnete. Lasciate raffreddare

Procedimento per la crema all’arancia:
Mettete la maizena setacciata e lo zucchero in un tegame e mischiateli assieme. Aggingete a filo il succo d’arancia filtrato e mescolate bene raccogliendo anche la parte che si separa sulle pareti cercando di non formare grumi. Aggiungete il burro, accendete il fuoco a fiamma bassa e lasciate sciogliere continuando a mischiare. Quando la crema inizia ad addensare assomigliando quasi ad una marmellata togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Quando la crema sarà ben fredda montatela con uno sbattitore a fruste, la crema cambierà consistenza ed aspetto assumendo l’aspetto di una classica crema pasticcera. Coprite e tenete da parte.

A questo punto dovete tagliare il pan di spagna in 3 dischi, esiste un apposito archetto con un filo metallico che svolge perfettamente la funzione. Bagnate bene il disco inferiore aiutandovi con un pennello. Ora stendete metà della crema all’arancia sulla basi di pan di spagna. Coprite con il secondo disco e bagnate bene anche il lato superiore di questo strato. Stendete la seconda metà di crema all’arancia. Bagnate la parte inferiore dell’ultimo strato e chiudete la torta.

A questo punto si pensa alla copertura:
In un pentolino fate scaldare dell’acqua e quando bolle tuffateci dentro le scorzette, lasciatele bollire circa 30 secondi e scolatele. Ripete questa operazione altre due volte, servirà a togliere l’amaro delle bucce e a renderle tenere. Fatta questa operazione utilizzate l’eventuale sciroppo rimasto e fateci bollire dentro le scorze per alcuni minuti facendo ridurre lo sciroppo ma non completamente. Scolate le bucce e fatele asciugare, volendo anche un pochino nel forno non troppo alto e facendo attenzione a non bruciarle. Sciogliete a bagno maria il cioccolato bianco e infine cospargetelo sopra la torta fino a ricoprirla interamente. Quando il cioccolato si sarà raffreddato guarnite con le fette di arancia confit e con le scorzette.

In inverno potrebbe essere accompagnata da un bel punch caldo all'arancia, che ne dite? Buon Appetito!!

Torta Anto

Con questa ricetta partecipo al contest di La vita segreta delle torte

Torta di carote all’inglese – Carrot Cake

Ingredienti:
Mandorle 100gr
Carote 350gr
Farina 260gr
Bicarbonato di sodio 1 cucchiaino
Lievito per dolci 1 cucchiaino e ½
Cannella in polvere ½ cucchiaino
Uova 4
Zucchero di canna 300gr
Olio di semi 250ml
Vanillina 1bustina

Tostare nel forno le mandorle per circa 6-7 minuti. Farle raffreddare per poi tritarle non troppo finemente nel mixer e tenere da parte.
Pelare e grattugiare finemente le carote e tenere da parte.
In una ciotola mescolare assieme la farina setacciata, il bicarbonato, il lievito, la cannella in polvere e  un pizzico di sale.
Lavorare con lo sbattitore le uova per circa 1 minuto fino a rendere spumoso, aggiungere gradualmente lo zucchero e lavorare fino a che il composto diventa denso (circa 4 minuti).
Versare nel composto fin qui ottenuto l’olio versandolo con flusso costante.
Aggiungere la farina poca per volta nella ciotola fino a che sia ben incorporata. A questo punto aggiungere le mandorle tritate e le carote e lavorare ancora fino a che tutto sia ben amalgamato.
Versare il composto in una tortiera di 24-25cm unta e rivestita di carta forno. Infornare a 180° per circa un’ora. Fare la prova dello stecchino per controllare se la cottura è ultimata.

Generalmente questa torta viene guarnita e ricoperta con una crema preparata in questa maniera:
Lavorare a bassa velocità 60gr di burro a temperatura  ambiente con 230 grammi di formaggio cremoso tipo philadelphia, sempre a temperatura ambiente, senza  formare grumi. Aggiungere gradualmente 230gr di zucchero a velo lavorando sempre a bassa velocità fino ad ottenre un composto omogeneo. Incorporare una bustina di vanillina e circa un cucchiaino di scorza di limone grattugiata.
Quando la torta è ben fredda tagliarla a metà con un coltello a lama lunga e farcire con circa ⅓ della crema utilizzando una spatola. Ricoprire poi la torta con la rimanente crema.

Carrot Cake

Carrot Cake

GNAM GNAM

Torta al cioccolato e birra scura

Per questa ricetta ho preso spunto dal blog di qualcuno che ne sa più di me e non a caso ha già pubblicato 2 libri. Trattasi di Sigrid Verbert. Rispetto alla sua ricetta ho praticato alcune piccole varianti per mancanza di ingredienti ma vi assicuro che è assolutamente deliziosa.

torta al cioccolato e birra scura

torta al cioccolato e birra scura

Leggi il resto di questo articolo »

Crostata morbida al limone

Questa ricetta l’ho scippata in pieno su un blog che ogni tanto mi capita di visitare e pertanto è giusto attribuirne la provenienza. Il blog è di Imma e l’indirizzo è questo.

INGREDIENTI
Per la crema
:
1 uovo
200 g di zucchero
50 g di fecola,
mezzo litro d acqua
succo di due limoni
buccia di 1 limone
Leggi il resto di questo articolo »