Articoli marcati con tag ‘baccalà’

Baccalà alla vicentina

Oggi vi propongo una ricetta di cui avevo sempre sentito parlare ma che non avevo avuto l’opportunità di mangiare. Si tratta di un piatto con un accostamento che appare insolito ossia quello tra pesce e formaggio.
Non me ne vogliano gli amici veneti se la ricetta non rappresenta il top, sono aperto a consigli e suggerimenti :-)

Ingredienti per 4 persone
2 baffe di baccalà
cipolla
1/2 bicchiere di olio evo
5 filetti d’acciuga
sale
pepe
1 bicchiere di latte
Formaggio Grana grattugiato
poca farina

Prendiamo il baccalà dopo averlo dissalato per 2 giorni in acqua e poi asciugato con della carta. Cerchiamo di togliere le spine con una pinzetta e andiamo a tagliare dei cubetti di 4-5cm. Ora infariniamo per bene il baccalà su tutti i lati e lo teniamo da parte.

In una padella mettiamo a scaldare l’olio a fuoco medio e quando sarà ben caldo aggiungiamo le cipolle che avremo affettato in precedenza. Aggiungiamo i filetti di acciuga spezzati in due tre parti e lasciamo andare a fuoco vivace per un paio di minuti.
Trascorsi questi due minuti abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere le cipolle ma non completamente perchè la cottura dovrà ultimare in forno. Possiamo aggiungere del pepe macinato al momento, mescoliamo e spegniamo il fuoco.
Quando l’olio si sarà un po’ raffreddato possiamo aggiungere del prezzemolo tritato. Mi raccomando la temperatura dell’olio, se questo sarà infatti ancora troppo caldo il prezzemolo si brucerà.

Prendiamo ora una pirofila da forno e ungiamo leggermente il fondo. Adagiamo i tranci di baccalà nella pirofila, aggiungiamo prima il latte avendo l’accortezza di non versarlo direttamente sul baccalà ma ai lati. In questo modo eviteremo di lavare via la farina dal pesce. Aggiungiamo l’intingolo di olio e cipolle e copriamo il baccalà con una bella manciata di Grana grattugiato.
Ricordiamo che il baccalà rimane solitamente abbastanza sapido e quindi non c’è bisogno di aggiungere dell’altro sale.

Puliamo i bordi della pirofila e inforniamo a 180 per 30-40 minuti. Con la cottura in forno il formaggio sul pesce andrà a formare una crosticina molto invitante, mentre il latte formerà una salsina cremosa che accompagna il pesce in maniera davvero gustosa.

Impiattiamo e serviamo questa delizia.
Buon appetito!!

baccalà alla vicentina

baccalà alla vicentina

Baccalà con patate

Questa ricettina semplice nasce in una sera di novembre quando cerchi dei suggerimenti per cucinare ma in dispensa non c’è quello che ti serve e allora dici: e chi se ne frega…io lo faccio a modo mio. E così è stato. Tutte le ricette che trovavo in rete per cucinare il baccalà (la mia prima volta) volevano il pomodoro e io il pomodoro non ce l’avevo e allora l’ho fatto senza pomodoro.

Ingredienti per 2 persone:
500gr di baccalà già ammollato
farina
2 alici sott’olio
2 patate di medie dimensioni
1 spicchio d’aglio
cipolla

Dopo aver lasciato in ammollo il baccalà per due giorni e avendo cambiato acqua almeno due volte al giorno tagliate il pesce in grossi pezzi che poi dovete infarinare. Nel frattempo in padella scaldate l’olio, lo spicchia d’aglio schiacciato che poi leverete e della cipolla. Quando l’olio sarà caldo aggiungete le due alici e con un cucchiaio di legno fatele sciogliere nell’olio. A questo punto aggiungete il pesce a pezzi e fatelo rosolare a fiamma alta per alcuni minuti, sfumate con del vino bianco, abbassate la fiamma e fate cuocere per 10-15 minuti.
Tagliate le patate a tocchi e unitele al pesce e cuocete almeno per altri 15 minuti fino a che il baccalà non è cotto al punto giusto.
Servire caldo