Articoli marcati con tag ‘gulasch’

Il Gulasch

Ormai anche a Roma le temperature si sono abbassate e piano piano si sente la necessità, o almeno succede a me, di dare un po’ di sostanza all’unico pranzo che si riesce a preparare con calma e molto tempo a disposizione. Questa volta mi sono cimentato con un piatto che ho avuto modo di mangiare nelle zone d’origine e che mi è sempre piaciuto: il Gulasch.
Un piatto sostanzioso, con una cottura lenta e prolungata, inutile dire che un buon taglio di carne fa la differenza. In genere per piatti dalla cottura così lunga si scelgono tagli della parte anteriore dell’animale, generalmente più duri e meno famosi di tagli blasonati.

Veniamo al dunque!
Ingredienti (per 6-8 persone):

1kg carne di manzo
800gr cipolle bianche
1lt brodo di pollo
50gr burro
olio evo
2 bicchieri vino rosso
10gr paprika forte
pepe nero
sale
3 cucchiaio di concentrato di pomodori

Iniziamo subito la ricetta con un mare di lacrime: sbucciate e tagliate le cipolle, non servirà un battuto in stile soffritto, è meglio lasciarle un po’ più grosse. A questo punto dopo aver asciugato le lacrime mettete in pentola il burro e dell’olio di oliva a fuoco basso, deve scioglersi il burro ma non deve scaldarsi troppo. Quando è tutto sciolto e caldo aggiungete le cipolle che dovranno imbiondire dolcemente a fuoco basso per circa 10 minuti.

Trascorso questo tempo aggiungere la carne tagliata a grossi cubetti, fartela rosolare circa 10 minuti senza far bruciare la cipolla mescolando in continuazione per non far attaccare sul fondo. Sale, pepe nero, 1 cucchiaio di paprika in polvere, concentrato di pomodoro e via, mescolate tutto.
Aggiungete 2 bicchieri abbondanti di vino rosso e continuate a cuocere a pentola scoperta per far evaporare il vino.  Quando il vino sarà evaporato aggiungete il brodo senza coprire completamente la carne.  Abbassate la fiamma e cuocere coperto per circa due ore aggiungendo brodo caldo di tanto in tanto quando si consuma. Vi ricordo che la carne non deve essere mai coperta totalmente dal liquido.

Il tempo di cottura potrebbe variare dal taglio di carne.
Potete accompagnare questo piatto con della polenta come vi suggerisco nelle foto. Si consiglia un vino rosso importante, strutturato, tannico corposo e alcolico